Proposte settembrine: 3 ciclotour ad alto contenuto di ispirazioni tra Toscana, Marche e Romagna.

Oggi ti propongo 3 nuovissimi tour in bicicletta, naturalmente ad alto contenuto di bellezza e ispirazioni, tra Toscana, Marche e Romagna: si tratta di viaggi alla portata di tutti, che ti faranno godere di natura e lentezza.

Graziano Ameli è un’autentica forza della natura: viaggiatore appassionato, ciclista curioso, ci abbiamo chiacchierato a lungo qualche tempo fa durante una pausa caffè su facebook e alla fine non abbiamo potuto evitare di organizzare alcuni viaggi insieme a lui. Cartine alla mano, ha quindi disegnato per noi tre percorsi in bicicletta tra Toscana, Marche e Romagna poco impegnativi, ma molto ispirazionali. SI terranno a settembre e saranno un’occasione per ascoltare le storie di Graziano, marinaio a due ruote, per conoscere tante delle nostre Destinazioni Umane e per vivere un’esperienza vera e reale di turismo ecosostenibile.

I tour si rivolgono a tutti coloro che hanno voglia di approcciarsi a un modo di viaggiare a misura d’uomo e a contatto con la natura. Sono ideali anche per le famiglie (non serve essere ciclisti esperti!) e si attivano al raggiungimento di 4 partecipanti.

Qui sotto ti ho elencato le mete, le tappe e le date (fisse). Per avere qualche dettaglio in più clicca sulle immagini o sui link

Il ciclotour si sviluppa tra la campagna fiorentina e le colline del senese. Questo angolo di Toscana è caratteristico per i piccoli borghi antichi, i paesaggi morbidi dominati da viti e da olivi, le pievi romaniche incastonate tra le colline boscose.

La prima tappa sarà Rufina, piccolo paese della val di Sieve, conosciuto per il suo ottimo vino Chianti Rufina DOCG; dopodiché faremo sosta a Dicomano, piccolo borgo all’incrocio tra il Mugello e gli Appennini, ricchissimo di storia e cultura.

La seconda tappa sarà Fiesole, meta amatissima nel passato da Boccaccio, Proust, Stein, e tutt’ora tra i maggiori luoghi di interesse per i turisti d’oltralpe. Fiesole guarda dall’alto la città di Firenze, donando una meravigliosa vista panoramica, circondata dalla bella campagna toscana.

Terza tappa pedalando tra i palazzi e le chiese di Siena, perla della famosa per manifestazione del palio.

→ Attraversa in bicicletta le dolcissime campagne senesi.

 

Il tour che, parte dalla bellissima Siena, ha come peculiarità l’acqua. Oltre a visitare i borghi pittoreschi nei quali gustaremo l’enogastronomia locale, passeremo attraverso i caratteristici boschi di sughero in Maremma e le colline di ulivi, e ci saranno alcuni momenti per ritemprarsi dalla fatica facendo un bel bagno.

La prima tappa sarà alle terme di Petriolo, le cui piscine naturali, confluendo nel torrente antistante, creano un piccolo percorso kneipp caldo/freddo ideale per i problemi circolatori.

La seconda tappa sarà dedicata al mare: il terzo giorno infatti, per rigenerarsi dal viaggio, il relax sarà ambientato alla bellissima Cala Violina, così chiamata per via del caratteristico suono emesso dalla sabbia quando ci si cammina sopra.

→ Esplora la Maremma a ritmo lento.

 

La parola d’ordine in questo itinerario è: silenzio. Partiremo dalla zona più settentrionale dell’Appennino umbro-marchigiano, per arrivare nella provincia di Ascoli Piceno.

Il silenzio è quello del maestoso, eppure morbido, Sasso Simone, che domina un paesaggio formato da pascoli, fresche foreste e calanchi. È un’area protetta di 4.991 ettari, al centro della quale, con i suoi 1415 metri, svetta il Monte Carpegna, dalla cima arrotondata ricoperta da prati a pascolo.

“Un ondeggiar di lieti colli, di ridenti piagge e di spaziosi campi, con quinci il mar da lungi e quindi il monte…”. Quindi arriveremo nelle Marche di Leopardi, dove il paesaggio può essere contemplato nella sua tranquillità dall’alto dei suoi borghi antichi.

Il silenzio è quello delle strade bianche e dei sentieri ondeggianti nelle colline. Per finire, ci immergeremo nella piccola Montefiore dell’Aso nel silenzio antico del paesaggio rurale nato intorno alla chiesa di campagna, il mulino, la fontana.

→ Percorri i territori di confine tra Marche e Romagna.

Responsabile comunicazione

«Bisogna avere in sé il caos per partorire una stella danzante» sintetizza perfettamente la personalità di Federica: disordinata, alla perenne ricerca di un equilibrio (è pur sempre una bilancia, anche se atipica!), dotata di un’energia dirompente che trova nella creatività una valvola di sfogo perfetta. La sua sfida quotidiana è portare innovazione negli ambienti tradizionalmente più statici e lo fa coi suoi modi diretti e il suo cuore grande, e con questo stesso cuore si occupa della comunicazione di Destinazione Umana.

Leave a Reply

You must be logged in to post a comment.