5 regole per fare un regalo perfetto (e 3 proposte che hanno tutte le caratteristiche per diventarlo)

Non so te, ma io sono una ritardataria cronica, e questo vale anche quando si parla di regali di Natale. E anche se, ogni anno, mi riprometto di fare la brava e giocare d’anticipo, alla fine mi ritrovo sempre a litigare con nastri e nastrini mentre la zuppa di pesce della vigilia è già sul fuoco.
Eppure io amo fare i regali di Natale e non permetterei nemmeno a tutto il ritardo del mondo di impedirmi di fare (o quantomeno provare a fare!) il regalo perfetto per le persone che amo.

Per questo, in anni e anni di regali last minute, ho messo a punto una lista di regole che vorrei condividere con te così da trasformare un’ansia pre- natalizia in entusiasta creatività.

RICORDI. Il regalo perfetto nasce dai ricordi e/o genera ricordi. Valorizza un momento che tu e il destinatario avete vissuto insieme o che di tanto in tanto vi dite di voler vivere. Dà corpo a un sogno nel cassetto, a un progetto piccolo piccolo o grande grande. Il regalo perfetto non si esaurisce nel momento in cui lo si scarta, ma piuttosto inizia.
PERSONALITÁ. Il regalo perfetto rappresenta chi lo fa. Donare significa offrire un pezzo di se stessi, non necessariamente quello che gli altri si aspettano. Se metterai nel tuo regalo ciò che sei lo renderai speciale. Che non significa essere egoisti o autoreferenziali eh. Significa creare empatia, entrare in connessione, generare uno scambio alla pari.
UNICITÁ. Il regalo perfetto non è il più costoso, bensì quello che sa distinguersi. Quello che ha una storia, un senso, un’anima. E questo non significa che deve essere un oggetto unico al mondo. Ma che deve avere un significato unico al mondo. Per te che sei parte di quel regalo.
ASCOLTO. Talvolta il regalo perfetto nasce da una frase, da un bisogno sussurrato che viene accolto e raccolto. Si è al lavoro per il regalo perfetto ogni giorno, in ogni momento. Per questo il regalo perfetto si può concretizzare anche all’ultimo minuto. Perché è frutto di un ascolto (e di un racconto) quotidiano e costante.
PAROLE. Il regalo perfetto non può fare a meno di una narrazione. Che sia una pergamena o un post-it, il regalo perfetto ha bisogno di storie e di parole. E se non sei un abile scrittore, poco importa. Sii te stesso, e le parole fluiranno, sconnesse ma chiare. E ricche.

Ma dopo la mia lista di regolette, non posso fare a meno di condividere anche 3 regali (o autoregali) perfettamente in linea con quanto ti ho scritto.
Scorri dopo l’immagine e, se ti va, fammi sapere cosa ne pensi!

PROPOSTA A: La carta regalo di Destinazione Umana.

Sta bene su tutti e va bene per qualsiasi occasione. E poi regalando una gift card di Destinazione Umana, regalerai anche tutto ciò che siamo e professiamo: ispirazione, cambiamento, crescita, evoluzione, incontro, formazione, ma soprattutto il viaggio giusto per il momento della vita che ciascuno di noi sta attraversando. Ti pare poco?
Ah, puoi decidere anche all’ultimo momento perché te la recapitiamo direttamente nella casella di posta elettronica, pronta da stampare e mettere sotto l’albero.

➔ SCOPRI le nostre carte regalo

PROPOSTA B: la t-shirt ispirazionale (cucita a mano e con il cuore da Gruccialterna)

Ovvero quella che comunica al mondo ciò che siamo, senza filtri. Puoi scegliere taglia e colore che vuoi, ma soprattutto puoi decidere quale frase rappresenta di più la persona a cui vuoi regalarla tra *Sono chi mi pare* Vivo come voglio * I Will Survive*.

➔ ORDINA una delle t-shirt ispirazionali

PROPOSTA C: il corso di formazione per diventare Inspirational Travel Designer

Perfetto per quell’amica che vuole cambiare vita e magari lavorare nel mondo dei viaggi, ma anche per chi già ci lavora e desidera mettersi in discussione. Oppure può essere il regalo che fai a te stessa per iniziare il 2018 con un passo del tutto nuovo.

➔ REGALA(TI) il corso per diventare Inspirational Travel Designer

Responsabile comunicazione

Leave a Reply

  • (not be published)