Calabria Ispirata: il mio primo viaggio da Destinazione Umana

Ciao, io sono Jessica e sette mesi fa ho incrociato Destinazione Umana lungo la mia strada. Complice il fermento innovativo che ha caratterizzato Bologna negli ultimi anni, avevo già conosciuto il progetto ai tempi di ViviSostenibile, per poi seguirne sviluppi ed evoluzioni nel tempo.

Fino a poco prima del nostro incontro stavo cercando una via di fuga dal lavoro che svolgevo in quel momento. Avevo bisogno di nuovi stimoli, ma non stavo facendo nulla per trovarli. Poi un post su Facebook (e pensa che io Facebook nemmeno ce l’ho!): Destinazione Umana sta cercando qualcuno con “ottime attitudini alla gestione di psicodrammi”. Perfetto, sono io! Convivo con l’ansia da tutta la vita! Mando una mail totalmente informale e assolutamente non-professionale, scritta di getto, di pancia e di cuore. Pochi giorno dopo ero parte del team: Inspirational Travel Designer!

Negli ultimi mesi ho organizzato viaggi e cercato di trasmettere ai nostri viaggiatori il valore aggiunto di Destinazione Umana. Mesi trascorsi a parlare di qualcosa che però non avevo ancora mai testato. Finché non mi viene proposto di partecipare a Calabria Ispirata, un tour itinerante per la Calabria, soggiornando ogni giorno presso strutture diverse ad alto capitale umano. L’occasione perfetta per toccare con mano ciò che promuovevo ogni giorno.

Felice dell’opportunità che mi era stata data, parto con un bel bagaglio di aspettative e domande. Sarà come me lo immagino? Avrò capito cosa si intende per viaggio ispirazionale? Quanti chili ingrasserò mangiando soppressata e peperoni per una settimana?

Sette tappe in sette giorni cambiando tre (forse quattro) province.

Mi sono svegliata alle 3 e 30 per due giorni di fila, ho percorso la nuova Salerno-Reggio Calabria a due corsie, mi ha investito un cane nel cuore della notte, ho condiviso la stanza con una ragazza febbricitante senza ammalarmi. Ho mangiato, tanto. Ho dormito, poco. Ho visto i bronzi di Riace, scoperto la lingua grecanica, percorso il chilometro di lungomare più bello d’Italia che affaccia sulla Sicilia. Ho ascoltato i racconti di Carmine Abate, cantato le canzoni popolari, ballato la taranta e imparato (più o meno) a riconoscere i diversi accenti della regione.

Non voglio dilungarmi nel raccontare ogni dettaglio, perché spero di incuriosirvi a tal punto da convincervi a partire.

Calabria Ispirata è stata un’esperienza bellissima, oltre ogni aspettativa. Ho conosciuto realtà virtuose e persone altrettanto speciali, in grado di trasmettere all’istante l’amore per il proprio territorio e la volontà di promuoverlo. Recupero delle tradizioni, arte, cultura, musica, poesia, non è davvero mancato nulla. In questa terra, colpita da troppi pregiudizi, si respira per le strade la voglia di riscatto, la necessità di rivalsa da ciò che siamo abituati a sentire. Ho visto luoghi meravigliosi, colline dorate e panorami mozzafiato dall’alto di una mongolfiera. Ho condiviso il viaggio, il tempo e lo spazio di un furgoncino con altre 8 persone in viaggio con me.

Non so quanto abbiamo dato a chi ci ha accolto, ma noi abbiamo sicuramente ricevuto tantissimo.

Se vi state ancora chiedendo cos’è un viaggio ispirazionale ve lo spiego io.

È un’esperienza da vivere non come turisti, ma come viaggiatori.
È uno scambio di prospettive, idee, valori e ideali da cui lasciarsi contaminare.
È un incontro con chi viaggia con te e con chi ti accoglie.

È un confronto con te stesso, o meglio, con ciò che sei stato fino a quel momento.

È una scoperta, perché più cose vedi e meno scopri di conoscerne.

Provare per credere!

Visita il sito dedicato a CALABRIA ISPIRATAScopri il Festival dell’Ospitalità 

 

 

 

Silvia è uno spirito creativo e inquieto, alla continua ricerca di tutto ciò che è colorato, scintillante e vivo. La troverete sempre circondata da idee, dolci, vestiti, pennarelli, esseri umani. Da buon capricorno è concreta e legata alla terra, ma lo spirito…beh, quello aspira sempre molto in alto, alla ricerca delle energie positive che muovono il mondo. È l’apripista di Destinazione Umana e ogni volta che annuncia di aver avuto una nuova idea, un brivido di meravigliosa curiosità corre lungo la schiena di tutto il team, perché una cosa è certa: se Silvia dice che una cosa verrà fatta, quella cosa VERRÁ FATTA.