Noi facciamo silenzio per un po’. Ma ci impegniamo a coltivare le relazioni umane

Per chi, come noi, è nato e cresciuto nel digitale, la comunicazione è croce e delizia. Perché è lo strumento che ci permette di farci conoscere (potenzialmente!) al mondo, ma anche quello che ci richiede uno sforzo costante e quotidiano alla perenne ricerca di quel guizzo creativo e innovativo che può farci distinguere in un universo sempre più affollato, rumoroso, disattento.

Qualche giorno fa ci siamo fermati un attimo a riflettere su tutto l’impegno profuso sui social e su quanto esso avesse ancora un senso. E ovviamente alla fine ci siamo detti che, sì, ce l’aveva. Eppure c’era ancora qualcosa che non ci convinceva: percepivamo la necessità di una svolta, ma non riuscivamo a visualizzarla.

Abbiamo quindi aperto la nostra pagina facebook e ci siamo domandati se avessimo da comunicarti delle novità così importanti da doverti “invadere” la timeline ogni giorno, più volte al giorno. E sai che risposta ci siamo dati? Che, in tutta onestà, per il momento ti abbiamo detto tutto il necessario. E forse anche qualcosa in più.

Noi, le nostre idee, la nostra azienda siamo in costante movimento e se volessimo condividere tutto-tutto, ne avremmo da raccontarti per giorni. Ma sai che c’è? Noi facciamo basta, almeno per un po’.

Da qui la decisione di silenziare i nostri social per un mese.

Continueremo a lavorare (e addirittura a esistere!), ma magari riusciremo a gestire con più cura di quanto già non facciamo le richieste di viaggio, a scambiare due parole in più con chi ci contatterà al telefono o – ancora meglio – vorrà incontrarci.

Chiuderemo i nostri Mac e ci guarderemo negli occhi, utilizzando espressioni facciali reali e non sostituendole con le emoticon. Metteremo gli smartphone in modalità aerea e ascolteremo le voci. Coltiveremo vecchie e nuove relazioni umane.

Per me (Silvia) si tratta di un esperimento coraggioso (chi mi conosce sa quanto io sia visceralmente attaccata a questi strumenti!), ma sono altrettanto curiosa di capire cosa accadrà. Per la Je non è nulla di nuovo, perché lei la via del silenzio social l’ha intrapresa circa un anno fa. Per la Fede avrà uno scopo terapeutico..vista la sua nota intossicazione. Per Rago, invece, cambierà poco o nulla.. perché tanto lo chiuderemo comunque nelle segrete della Corte a sistemare il backend del nostro sito.
Ad ogni modo, a fine mese, cercheremo di raccontarti cosa ci abbiamo fatto con il tempo che abbiamo passato fuori dai social. Chi abbiamo conosciuto, quali idee abbiamo partorito, quali paesaggi abbiamo ammirato, cosa abbiamo imparato.

Prima di lasciarti, però, non possiamo fare a meno di farti un riassuntone delle puntate precedenti, ma anche di alcune cosine che abbiamo in cantiere:

VIAGGI

Abbiamo appena fatto un restyling della pagina per migliorare la tua navigazione. Viaggi a partenza fissa, di gruppo, attivabili come, dove e quando vuoi (anche nel Mondo!) o cuciti su misura che sono la nostra specialità.
Naviga, scegli.. e poi parti!

[Vai alla nuova pagina VIAGGIA

DESTINAZIONI UMANE

Hai una struttura ricettiva con una storia e vuoi candidarti a entrare nella nostra rete? Vuoi scoprire tutti i servizi che possiamo mettere a tua disposizione per promuoverti al meglio? In QUESTA PAGINA trovi tutto quello che cerchi.

[Leggi anche: 3 consigli per promuovere un B&B, un agriturismo o una struttura ricettiva]

LAVORARE ISPIRATI

Sei in vacanza e il pensiero di tornare in ufficio a settembre ti uccide? Esiste un nuovo modo di lavorare, ispirati. Lo testiamo tutti i giorni sulla nostra pelle e possiamo aiutare anche te ad adottarlo. Come? GUARDA QUI.

[Leggi anche: Quest’estate mollo tutto e cambio vita..o almeno lavoro!]

DIVENTA IL CONSULENTE DI VIAGGIO DEL FUTURO

Lo abbiamo chiamato Inspirational Travel Designer e sa disegnare le vacanze psicologicamente più giuste per i suoi clienti. I corsi di formazione ripartono a ottobre e, fossi in te, non me li perderei.

[Leggi anche: Scoprendo gli Inspirational Travel Designer, tutte le interviste]

UN TOUR EUROPEO ALL’ORIZZONTE

Il 2017 è stato l’anno in cui ci siamo aperti al mondo. Diffuso il brand “Destinazione Umana” e consolidata la nostra presenza in Italia, da quest’anno abbiamo iniziato a tessere relazioni senza confini. Alla nostra rete si sono aggiunte una destinazione umana in Australia e una in Ghana e nel nostro catalogo abbiamo inserito viaggi in Africa, Oriente e Americhe.
Per guardare negli occhi sempre più potenziali partner e viaggiatori, abbiamo quindi messo in cantiere un tour europeo autunnale: Germania, Belgio, Olanda, Danimarca e Inghilterra, tante tappe in giro per il vecchio Continente per rivedere vecchi amici e trovarne di nuovi. La formula è semplice e smart e cerchiamo partner che ci sostengano. Ti va di approfondire?

[Scopri come sostenere il nostro tour europeo]

Infine il nostro nuovo HEADQUARTER

Federica ti ha raccontato in questo post cosa stiamo combinando a “La Corte di Destinazione Umana”. Certamente ad agosto saremo impegnati, tra le altre cose, a sistemare anche il nostro futuro ufficio. Tu intanto puoi segnarti in agenda il 3 settembre. Perché quel giorno la inaugureremo ufficialmente (e aspettiamo anche te!).

Un’ultima cosa: noi ci mettiamo zitti, ma tu continua pure a parlare di Destinazione Umana. Abbiamo bisogno anche di te per diffondere questo nuovo stile di vita, oltre che di viaggio. Quindi parlane con amici, genitori, parenti, raccontalo ai vicini di casa e di lettino. Parlane con tutti e, se ti va, anche con noi. Purché sia fuori dai social!

Bene. É tutto. A questo punto Enjoy the silcence e buona, disconnessa, estate!

Silvia, Fede, Je e Andrea

Silvia è uno spirito creativo e inquieto, alla continua ricerca di tutto ciò che è colorato, scintillante e vivo. La troverete sempre circondata da idee, dolci, vestiti, pennarelli, esseri umani. Da buon capricorno è concreta e legata alla terra, ma lo spirito…beh, quello aspira sempre molto in alto, alla ricerca delle energie positive che muovono il mondo. È l’apripista di Destinazione Umana e ogni volta che annuncia di aver avuto una nuova idea, un brivido di meravigliosa curiosità corre lungo la schiena di tutto il team, perché una cosa è certa: se Silvia dice che una cosa verrà fatta, quella cosa VERRÁ FATTA.

Leave a Reply

  • (not be published)