Destinazione Umana: tre anni dopo

Parliamo sempre, giustamente, degli altri: di tutti quegli altri che compongono il NOI di Destinazione Umana. Il nostro ecosistema umano, come ci piace definirlo.

Poi arriva, ogni anno, il momento del nostro compleanno. Fermiamo i lavori e ci sediamo con una birra a guardare quanta strada si è fatta insieme, quanta ancora ce n’è da fare (tantissima!), quante volte siamo caduti e ci siamo dati una mano per rialzarci. Questo è il momento in cui giriamo le luci dei riflettori su di noi per guardarci meglio in faccia. Chi siamo, oggi, tre anni dopo la nostra nascita?

Bauman ci definirebbe un’azienda liquida, dato che lavoriamo per la maggior parte del nostro tempo da remoto: dalla scrivania di casa nostra, dal giardino o dalla spiaggia in cui ci troviamo. Ma quando parlo all’esterno di come siamo organizzati, mi sento spesso dire che “nemmeno nelle aziende più strutturate”.

Due volte a settimana lavoriamo insieme con un ODG condiviso prima, per arrivare preparati. Chi non rispetta le scadenze viene frustato a turno da un collega…E va bene, questo non è vero, altrimenti avremmo già fatto fuori la povera Govoni! Che invece è un pilastro del team. Non abbiamo cartellini da timbrare, ma c’è qualcosa di ben più forte che ci muove ogni giorno: un obiettivo condiviso da raggiungere. Degli ideali e dei valori che vogliamo tutelare: come la collaborazione e la fiducia. Infine, il sogno di fare un lavoro che possa, in un qualche modo, migliorare la vita delle persone, compresa la nostra.

Ho deciso, insomma, di partire da noi per raccontarvi le evoluzioni di Destinazione Umana, tre anni dopo quel 26 giugno 2014 in cui la presentammo al mondo come portale di viaggio.

Ci sono stati dei cambiamenti, molti condensati negli ultimi mesi: il team si è evoluto, la nostra sede di lavoro presto cambierà (ma per questo vi lascio in suspance…e vi rimando al prossimo post!), i nostri progetti si sono aperti a livello internazionale.

Ma la cosa più bella che credo sia successa è che Destinazione Umana dimostra di non essere più solo nostra: nata da un sogno mio e di Valerio, oggi cammina con le proprie gambe. Trascende noi e chiunque ne entri a far parte (che sia viaggiatore, host, consulente di viaggio o azienda) dice di “sentirsi a casa”.

E questo, per me, è il più grande successo. Nonché l’ingrediente essenziale per ambire a qualcosa di grande, con mille forme diverse senza perdere per questo la propria identità.

Quindi: se ti piacerebbe festeggiare insieme a noi i primi tre anni di Destinazione Umana, unisciti alla festa che faremo il 29 GIUGNO dalle 19:30 a mezzanotte circa, presso Villa Capriata a Castenaso (BO).

Tutti i dettagli nell’evento facebook. Possibilità di pernottare all’interno della villa…e di fare il bagno in piscina. Quindi porta un costume!

Ti aspettiamo!

 

Leave a Reply

  • (not be published)