Scoprendo gli Inspirational Travel Designer: Debora Marchesini

Debora è un’agente di viaggio e, da qualche mese, anche un’Inspirational Travel Designer. Porta avanti il suo lavoro, tanto faticoso quanto divertente, con competena, entusiasmo e passione e, nella sua lunga carriera professionale, ha imparato a padroneggiare tutti gli infiniti mezzi utili a organizzare un viaggio perfetto, ma ha anche capito che il viaggiatore cerca soprattutto qualcuno con cui parlare della sua vacanza (breve o lunga che sia), che lo ascolti e lo supporti nella scelta. Per questo si è evoluta nell’agente di viaggi del futuro.

Poiché, da qualche settimana, stiamo tracciando l’identikit degli Inspirational Travel Designer, le abbiamo fatto qualche domanda per conoscerla meglio. Ma se vuoi sperimentare davvero tutta la sua effervescente energia, puoi partire con lei, a Natale, alla volta di New York.

Chi sei?
Sono Debora Marchesini.

Di cosa ti occupi?
Da oltre vent’anni mi occupo di turismo in tutte le sue forme: organizzazione viaggi, accompagnamento gruppi, incoming, biglietteria, formazione del personale, marketing, organizzazione eventi e ultimo ma non ultimo, vendita viaggi.

Cosa sognavi di diventare da piccola? Pensi, in un certo senso, di aver realizzato, il tuo sogno?
Assolutamente si; sognavo di viaggiare e oggi ho fatto del mio hobby il mio lavoro

Ti senti una viaggiatrice?
IO SONO una viaggiatrice. 🙂

Ciò che non può mancare nel tuo bagaglio?
Il mio maglione da viaggio, preso a Disneyland 24 anni fa.

Il primo viaggio che ricordi?
In Tunisia.

E il viaggio più importante della tua vita (e che magari te l’ha pure cambiata)?
Ogni viaggio che ho la fortuna d’intraprendere lascia un segno che rende la mia vita sempre più completa. Che sia in Italia o in Australia, o Centro America o Asia ed Africa.

Cosa fai (o dove vai) quando hai bisogno di trovare l’ispirazione?
Vado in mezzo alla natura. E respiro.

Il libro (o il film) che vorresti vivere?
Non sono particolarmente sentimentale, romantica, ma un film adoro: Autumn in New York

Di cosa hai paura?
Della morte.

Cosa significa per te la parola Crisi?
Non amo la parola Crisi perché non rientra nel mio vocabolario. Preferisco definire i momenti critici particolari, difficili, ma comunque passeggeri.
In 28 anni di carriera, sempre nel settore commerciale, sono stata lavoratrice autonoma, dipendente, collaboratrice esterna. Poi due anni fa la mia vita è cambiata perché improvvisamente mi sono ritrovata senza lavoro. All’inizio questa rivoluzione improvvisa è stata molto dolorosa. Ma, dopo un primo momento di smarrimento, ho trovato la mia strada che è quella che sto percorrendo ora con lo stesso entusiasmo che avevo, nel 1992, quando iniziai a lavorare in British Airways.

C’è una persona (del presente, del passato, reale, immaginaria) che per te è o è stata fonte di ispirazione attraverso la sua storia?
Mio padre, più reale di così.

Spiritualità, Ruralità, innovazione, cambiamento: quale ispirazione scegli?
Innovazione e cambiamento.

Il viaggio da destinazione umana che consiglieresti a tutti?
Quelli che organizzo con DU di gruppo perché più Destinazione Umana di quello non c’è. Incontri tra persone di qualsiasi età ed estrazione sociale che decidono di trascorrere qualche giorno in compagnia visitando luoghi meravigliosi [tipo New York, in piena atmosfera natalizia. Tipo.]

new-york-natale

PS. Debora è anche una delle protagoniste del nostro catalogo viaggi nel mondo. Puoi sfogliarlo qui.

Responsabile comunicazione

Leave a Reply

  • (not be published)