Scoprendo gli Inspirational Travel Designer: Luca Vivan

Luca Vivan è tante cose. Uno scrittore, un viandante, un esploratore e un sognatore. E da qualche mese è diventato anche uno dei primi inspirational travel designer d’Italia. Ovvero un agente di viaggio proiettato nel futuro, in grado di risponderei ai bisogni profondi di ogni viaggiatore. Fin da subito si è messo al lavoro per organizzare viaggi originali ad alto contenuto di ispirazioni. Lo ha fatto miscelando insieme ciò che ama e cioè la natura, le parole (che secondo lui plasmano il mondo), la riscoperta di sé e il suo Friuli, che è la terra che gli ha dato i natali e che l’ha visto andare e tornare, qualche anno fa.

I viaggi che ha preparato per te sono già online (Weekend “La mia voce” e Ciuco Raduno 2.0) e quindi puoi già sceglierli e preparati a partire.
Noi, intanto, gli abbiamo fatto qualche domanda per conoscerlo meglio. Per scoprire quali sogni e quali curiosità si celano dietro a un inspirational travel designer!

Chi sei?
Difficile definirmi ma se proprio devo farlo, mi sento un comunicatore, una persona che ama raccontare e diffondere belle storie, buoni esempi da cui prendere ispirazione.

Di cosa ti occupi?
Da alcuni anni sono un blogger che scrive di viaggi nei blog e nei social media. Mi occupo anche di formazione ad associazioni e imprese riguardo la narrazione on line.

Cosa sognavi di diventare da piccolo? Pensi, in un certo senso, di aver realizzato, il tuo sogno?
Sognavo di fare qualcosa di importante per migliorare il mondo. Occupandomi di turismo consapevole e formando altre persone, sento che a piccoli passi mi sto avvicinando a questo sogno.

Ti senti un viaggiatore?
Sì. Il mio lavoro come blogger e come Inspirational Travel Designer nasce proprio dalle mie esperienze attorno al mondo e dalla mia passione per quel senso di apertura che donano i viaggi.

Ciò che non può mancare nel tuo bagaglio?
Un buon libro.

Il primo viaggio che ricordi?
Nei ricordi di infanzia c’è sicuramente Venezia, città aperta e diffusa che per me incarna lo spirito del viaggio.

E il viaggio più importante della tua vita (e che magari te l’ha pure cambiata)?
Il mio primo viaggio in solitaria fuori dall’Europa, quando ho passato 6 mesi nell’Amazzonia brasiliana svolgendo il Servizio Civile.

Cosa fai (o dove vai) quando hai bisogno di trovare l’ispirazione?
Stacco internet e vado a passeggiare in mezzo alla natura.

Il libro (o il film) che vorresti vivere?
“Il pianeta verde”, un film di Coline Serreau

Di cosa hai paura?
Le paure di ogni giorno a volte sono tante ma intimamente condivido le parole di Marianne Williamson che sento mie: la paura più grande non è di essere inadeguato ma di essere potente, è la luce a spaventare più dell’ombra.

Cosa significa per te la parola crisi?
Crisi significa rottura di un modello precedente che non funziona più, è un momento doloroso ma necessario per crescere e per andare veramente verso se stessi. Alcuni anni fa ho passato un periodo molto doloroso in cui tutto mi sembrava privo di senso. Uscito da quella tremenda tempesta, però, sono cambiato profondamente, gli orizzonti si sono di colpo aperti, mi sono sentito più vicino a quello che sono io veramente.

C’è una persona (del presente, del passato, reale, immaginaria) che per te è o è stata fonte di ispirazione attraverso la sua storia?
I maestri che incrocio sono tanti, in generale mi attraggono quelle figure che sono state capaci di lottare per migliorare la propria condizione e che hanno aiutato gli altri a farlo.

Spiritualità, Ruralità, innovazione, cambiamento: quale ispirazione scegli?
Spiritualità per il mio desiderio e bisogno di crescere, di migliorarmi, ma anche cambiamento, perché la vita è un continuo mutamento.

Il viaggio da destinazione umana che consiglieresti a tutti?
Il mio primo viaggio ispirazionale in Friuli-Venezia Giulia, a Sauris, alla riscoperta della propria voce, perché conoscersi e far emergere i propri poteri personali è non solo importante ma doveroso in questa epoca di Crisi (QUI ne ho parlato anche sul mio blog)

 

PARTI PER IL VIAGGIO ISPIRAZIONALE “LA MIA VOCE” (23-25 GIUGNO 2017)
===
TRASCORRI UN WEEKEND UNICO TRA ASINI E NATURA (17-18 giugno 2017)
===
DIVENTA ANCHE TU, COME LUCA, UN INSPIRATIONAL TRAVEL DESIGNER

Responsabile comunicazione

«Bisogna avere in sé il caos per partorire una stella danzante» sintetizza perfettamente la personalità di Federica: disordinata, alla perenne ricerca di un equilibrio (è pur sempre una bilancia, anche se atipica!), dotata di un’energia dirompente che trova nella creatività una valvola di sfogo perfetta. La sua sfida quotidiana è portare innovazione negli ambienti tradizionalmente più statici e lo fa coi suoi modi diretti e il suo cuore grande, e con questo stesso cuore si occupa della comunicazione di Destinazione Umana.