Storia di un’idea tradizionalmente innovativa: l’Orto dello Chef

Non c’è innovazione senza conoscenza (e rispetto) del passato. È un concetto che sentiamo molto nostro e che quindi ci piace ripetere spesso, è un valore che Federica e Andrea di Podere San Giuliano hanno saputo trasferire nel loro sacro fare quotidiano. E quello che ne è nato è un progetto tanto semplice quanto straordinario, il cui seme è stato gettato nella loro cucina e ha iniziato a germogliare lungo tutta la provincia di Bologna, una città che di tradizione e innovazione se ne intende. Questo progetto si chiama “Orto dello chef e noi vogliamo parlarvene un po’.

L’idea di partenza è apparentemente semplicissima: cucinare solo prodotti di stagione coltivati secondo i ritmi, i tempi, i modi della natura nell’orto appena fuori casa. Con tutti gli evidenti benefici in termini di gusto e qualità di questa scelta, ma anche e soprattutto con tutto il bagaglio valoriale che essa si porta dietro. Un bagaglio composto da stagionalità, filiera corta e personalizzazione del prodotto. Un bagaglio che Federica e Andrea non hanno voluto limitare alle pentole della loro cucina. E quindi, forti della loro passione, hanno iniziato a bussare a tante porte così da allargare la platea del loro progetto. Perché la vera innovazione sta nella condivisione. Che è poi anche una delle radici della tradizione emiliana.

Ora l’orto dello chef ha trovato altre cucine di approdo. E quindi altre mani, altre teste, altri cuori. Ora è un progetto scalabile e replicabile, seppur incredibilmente personalizzabile. Ciò che cresce nell’orto dello chef è pensato per diventare un piatto unico e straordinario. Ciò che cresce nell’orto dello chef porta in sè tutta la cura, l’amore, la dedizione di un prodotto di artigianato prezioso.

Quando Federica e Andrea ci hanno chiesto di dar loro una mano a comunicare l’Orto dello Chef non ci abbiamo pensato un solo istante. Non ne sono nati solo un nuovo logo e un nuovo sito, ma ne è nato anche un nuovo capitolo di questa storia. Una storia che merita di essere raccontata e condivisa, una storia che ha tutte le carte in regola per ispirare la nascita di nuove storie. Dopotutto è per questo che esiste Destinazione Umana, no?

——————–
Qui il nuovo sito dell’Orto dello Chef.
Qui invece l’occasione di andare a conoscere di persona la storia di innovazione e tradizione di Federica e Andrea.

orto chef
Responsabile comunicazione

«Bisogna avere in sé il caos per partorire una stella danzante» sintetizza perfettamente la personalità di Federica: disordinata, alla perenne ricerca di un equilibrio (è pur sempre una bilancia, anche se atipica!), dotata di un’energia dirompente che trova nella creatività una valvola di sfogo perfetta. La sua sfida quotidiana è portare innovazione negli ambienti tradizionalmente più statici e lo fa coi suoi modi diretti e il suo cuore grande, e con questo stesso cuore si occupa della comunicazione di Destinazione Umana.

One Response to: Storia di un’idea tradizionalmente innovativa: l’Orto dello Chef