Counselor: ascolto ed empatia nelle relazioni

– Per uno sviluppo umanamente sostenibile del territorio – 

“Relazione deriva dal latino relatio– derivazione di referre ossia “riferire”, participio passato relatus ovvero “riferito”- La parola relazione ci indica che l’esistenza di un individuo è possibile solo in riferimento, rispetto a qualcun altro”.

Da sempre mi ritrovo a riflettere sul vero senso della vita e su cosa realmente convenga investire la mia esistenza e le mie energie. Ho iniziato osservando ciò che più era in grado di attrarre il mio interesse e la mia curiosità: l’uomo inserito all’interno del contesto sociale e relazionale. Ho sempre trovato affascinante l’individuo con le sue risorse e le sue contraddizioni. Osservando la realtà, noto che spesso viviamo nella falsa convinzione di essere entità scisse e separate, rinchiuse in loro stesse. È naturale che da qui nasca un autentico bisogno di dar voce alla propria identità e di creare ponti con l’altro. Penso e sento che nella nostra epoca siano sempre più indispensabili figure impegnate nel creare una rete di sostegno umano all’interno del tessuto sociale: professionisti, ma anche individui interessati alla relazione d’aiuto.

imagesEcco cosa mi affascina e mi spinge a navigare nella direzione del contatto umano, della cura della relazione, alimentando un interesse specifico per la persona  e per lo sviluppo delle sue risorse/potenzialità, in una concezione olistica e di saluto-genesi dell’individuo.
Ecco cosa mi spinse nel 2008 ad iscrivermi ad un corso triennale per diventare Counselor.

Già laureata in Ingegneria Gestionale, direzionata verso un naturale sbocco lavorativo come dipendente di una grande azienda, iniziai a sentire il bisogno di qualcosa di diverso che desse spazio al senso umano e relazionale della mia vita, non qualcosa di improvvisato, ma frutto di una formazione che desse reali competenze. Ho capito che la mia formazione tecnico-scientifica mi aveva dato accesso ad una conoscenza parziale, assolutamente non esaustiva delle mie potenzialità …. ed ecco che cominciai a cercare su Internet, a chiedere ad amici, ad informarmi… Un giorno lessi “per sbaglio” un articolo che parlava di Counseling, come di una tipologia di intervento mirata a facilitare le relazioni e ad affiancare il Cliente nel percorso di crescita personale, nell’ esplorazione e risoluzione delle proprie difficoltà, conflittualità decisionali e vocazionali. Sentii subito risuonare qualcosa in me, e decisi di buttarmi in questa nuova avventura triennale, faticosa ma costellata da molte soddisfazioni.

Tutto è partito dalla consapevolezza che, solo lavorando su di me, avrei potuto un giorno essere strumento all’interno delle relazioni, nella vita di tutti i giorni, per offrire Ascolto agli altri con Accoglienza, Empatia e competenza, per facilitare un percorso di consapevolezza e riscoperta delle proprie risorse. E chissà … magari un giorno sarebbe diventato un lavoro? Non è mai stata questa la priorità o il motore, se non il mio interesse per una concezione di un tessuto sociale nuovo, evoluto, umanamente sostenibile, in cui ognuno di noi è chiamato a fare la sua parte.

Counselor_Cristina Carlone

————————–

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo sui tuoi social!

Silvia è uno spirito creativo e inquieto, alla continua ricerca di tutto ciò che è colorato, scintillante e vivo. La troverete sempre circondata da idee, dolci, vestiti, pennarelli, esseri umani. Da buon capricorno è concreta e legata alla terra, ma lo spirito…beh, quello aspira sempre molto in alto, alla ricerca delle energie positive che muovono il mondo. È l’apripista di Destinazione Umana e ogni volta che annuncia di aver avuto una nuova idea, un brivido di meravigliosa curiosità corre lungo la schiena di tutto il team, perché una cosa è certa: se Silvia dice che una cosa verrà fatta, quella cosa VERRÁ FATTA.