Un anno di Destinazioni Umane

Siamo arrivati alla fine dell’anno e si sa, questo è sempre tempo di bilanci e riflessioni. E vogliamo farli anche noi, ripercorrendo le storie che abbiamo raccontato su questo blog: storie che meritavano di essere conosciute, storie di cambiamento, storie capaci di ispirare. Seguici in questo viaggio emozionante!

Renato è certo: l’agricoltura biologica si può addirittura superare, per lasciare che sia la natura stessa a regolarsi. Partendo da questa convinzione, ha deciso di creare lOrtodidattico – Il Profumo della Freschezza, con l’idea di riportare i cittadini in campagna e farli diventare un po’ orticoltori: solo così si può capire profondamente il ciclo della natura e ritornare ad avere un rapporto d’amore con la terra.

Dopo di lui, abbiamo conosciuto la storia di Simona: da manager milanese a scollocata in un ecovillaggio per ritrovare se stessa. Simona ha deciso di lasciare le sue sicurezze per seguire un grande percorso di ‘liberazione’, un cammino verso la crescita personale e la realizzazione del suo potenziale. E ora può finalmente dire di essere felice.

Che viaggiare facesse bene lo sapevamo. E lo sa bene anche Roberta, tanto che ha deciso di seguire le sue passioni e aprire un blog che si chiama Italiaterapia: il primo blog sul turismo emozionale in Italia. Ci ha appassionato con i suoi percorsi terapeutici per scoprire l’Italia in risposta allo stato emotivo di partenza: un vero percorso di cambiamento passo dopo passo! Anche Ilaria ha intuito la potenza terapeutica del viaggio e unendo le sue passioni è diventata una travel coach, ovvero un allenatore di viaggio, in grado di accompagnare le persone in un cammino di cambiamento durante il tempo di una vacanza. Leggendo la sua intervista viene voglia di partire subito per uno dei suoi viaggi per lasciarsi trasformare dal potere del ‘cambio di prospettiva’, capace di innescare un nuovo percorso pieno di risorse, energie e possibilità.

Nel nostro blog abbiamo raccontato anche la storia di Matteo, che da anni guarda il mondo da un albero. Sì, perché la sua casa è tra le fronde di Teresa, una bellissima quercia sul Golfo di Baratti, in Toscana, tra le quali accoglie anche chi ha voglia di sperimentare il treesleeping, ovvero l’esperienza di dormire su dei portaledge sospesi tra i rami. Tutto è nato dalla sua passione per gli alberi e dal desiderio di trovare un modo diverso per riavvicinare le persone a questi giganti buoni.

treesleeping

Siamo stati poi travolti dall’energia coinvolgente di Lucia Cuffaro: la sua storia di cambiamento parte dal luogo in cui è cresciuta, vicino ad una delle discariche più grandi d’Europa. Questa realtà l’ha spinta ad attivarsi per cambiare le cose ed ora è diventata una delle persone di riferimento del movimento della decrescita felice e dell’autoproduzione, impegnandosi per diffondere l’arte ‘del far da sé’ ” per vivere in maniera più ecosostenibile. Un’altra bella storia in direzione della decrescita felice è stata quella che ci ha raccontato Gabriella, che dopo anni da imprenditrice di successo ha deciso di mollare tutto e dedicarsi alla filatura della lana di recupero: con la sua associazione Naturalmente Lana si impegna a riscoprire e riutilizzare l’oro bianco, preziosa risorsa legata alla cultura contadina.

A volte per cambiare vita basta un piccolo gesto, una scelta che non dev’essere per forza radicale. Si sa, sono le scelte di ogni giorno a cambiare la storia. E un atto di cambiamento può essere anche la lettura di un mensile: Terra Nuova è la rivista che dal 1977 si impegna per fare informazione libera e consapevole, diventando un vero punto di riferimento per una comunità di persone che vive e pratica il cambiamento.

E se il cambiamento passasse anche dalla spiritualità? I The Sun sono il perfetto esempio di questo cammino: nella loro intervista a cuore aperto, ci hanno raccontato di come hanno fatto a ritrovare la strada dopo aver raggiunto il ‘punto di non ritorno’, seguendo un percorso spirituale che li ha portati ad una svolta nella loro carriera di rock band e a trasformare la loro musica in un messaggio di fede e di speranza. Anche Georgia ha trovato nella spiritualità il senso profondo della sua vita: dal momento in cui ha deciso di licenziarsi dopo anni di ‘normale’ vita da ufficio, il suo percorso di cambiamento l’ha portata a ripulirsi da tutte le credenze per fare spazio all’intuizione e diventare maestra di se stessa, capace di realizzare il suo Sogno di vita. E oggi aiuta gli altri a riscoprire il proprio per essere pienamente liberi.

Di persone che si sono messe in viaggio su questo blog ne sono passate tante, tutte accomunate dalla stessa voglia di conoscere, di condividere esperienze, di lasciarsi ispirare dall’incontro con l’altro.

viaggi

Settembre si è aperto con una bellissima storia: quella di cinque giovanissimi ragazzi che, zaino in spalla, hanno deciso di mettersi in cammino lungo l’Italia per andare a scoprire le piccole comunità appenniniche con l’idea di dar loro voce, per valorizzarne il patrimonio naturale e culturale e fermare l’esodo dei giovani. Bravi, vero?

Abbiamo poi conosciuto Francesco, aka Wandering Wil, che nel 2009 ha deciso di lasciare il suo lavoro per cambiare vita e mettersi in viaggio e dedicarsi alla più epica ed emozionante delle avventure: quella della ricerca della felicità. Ed oggi finalmente può dire di esserlo.

Sul nostro blog sono passati anche gli Stereoteller, cinque giovani artisti partiti per il giro del mondo come Jules Verne con l’idea di ispirare e lasciarsi ispirare dalle storie positive di quei millennials che sono riusciti a realizzare i propri sogni, per guardare al futuro con ottimismo e voglia di darsi da fare.

Che dire poi di Darinka Montico? Partita senza un soldo in tasca per sfidare se stessa e inseguire il suo sogno, quello di camminare: lungo i 2.900 km percorsi ha conosciuto tantissime persone, che le hanno affidato i loro sogni, raccolti nella sua speciale dream box. E lei spera di essere stata una piccola scintilla per riaccendere in loro il desiderio di concretizzare il proprio sogno. Come lei, anche Simone Chiesa un bel giorno ha deciso di mettere lo zaino in spalla e partire chiedendo ospitalità alle persone che incontrava. Di queste sue esperienze come couchsurfer ne ha fatto due programmi per la TV, per aiutarci a capire profondamente il vero senso di vicinanza e le relazioni tra le persone.

Non sempre per cambiare vita bisogna partire: ce lo hanno raccontato Silverio e Stefania, che invece di scappare da una terra difficile come la Puglia, hanno deciso di rimboccarsi le maniche e dedicarsi anima e corpo all’agricoltura naturale dando vita all’Azienda Agricola Calì, che è diventata il loro concreto sogno di cambiamento. La pensano così anche Erika ed Alessandro del l’agriturismo Sant’Egle: anche per loro tornare alla campagna ha rappresentato un vero percorso di cambiamento verso ritmi più umani per realizzare il loro desiderio di vivere una vita più felice e sana, fatta di buon cibo, aria pura e contatto con la natura. Abbiamo ritrovato gli stessi valori nel progetto del Casale della Mora a Vignola, una struttura abbandonata per anni che ora finalmente ha ritrovato nuova vita grazie all’AIAB, trasformandosi in uno splendido ostello biologico pronto ad accogliere in maniera ecologica i viaggiatori che passano per la Valsamoggia.

agriturismo sant-egle

Cambiamento fa rima anche con innovazione: il progetto B&B Like your Home ne è un esempio e la sua ideatrice, Cetty Ummarino, ci ha raccontato del suo impegno per creare una possibilità di autoimpiego nel settore turistico per i ragazzi con disabilità e allo stesso tempo per permettere a tutti di viaggiare. Il viaggio è una preziosa occasione di incontro e di arricchimento e nessuno può rimanerne escluso!

Questo lungo percorso tra le belle storie che abbiamo raccontato sul nostro blog lo vogliamo chiudere con Cinzia Tosini e il suo storiedipersone.com: è qui infatti che raccoglie i racconti delle persone che col loro lavoro, la loro passione ed entusiasmo, contribuiscono a rendere l’Italia un posto migliore. Perchè, alla fine, il cambiamento parte sempre da uno stimolo e noi crediamo che l’incontro tra le persone e le loro esperienze sia una preziosa fonte di ispirazione.

 

Lasciati ispirare anche tu in questo 2016 e scegli di incontrare la tua Destinazione Umana! Buon Anno!