Il Diario di Eliana: Matera 2015

Ciò che accomuna tutte le nostre destinazioni umane è un amore profondo per la loro terra. Sia essa il posto che, dopo tanto peregrinare, si sono scelti, o quello in cui vivono da sempre poco importa. La amano, la raccontano, la vivono in tutte le sue sfaccettature, anche attraverso gli occhi delle persone che accolgono e che fanno scoprire loro sempre qualcosa di nuovo, diverso, unico.

Il folletto dell’Albero di Eliana non è da meno. Anzi. Senza le sue radici, nulla sarebbe lo stesso e non manca mai di farlo trasparire con chiarezza nei suoi diari.

Mentre tutti parlano della sua città al futuro, a Eliana piace raccontarne -ma soprattutto viverne!- il presente. Così, dopo quello del mese scorso, ci regala un altro post su Matera. Città viva ed energica, affascinante e collaborativa, innovativa e antica. Proprio come lei. Che, infatti, la incarna perfettamente.

Questa una carrellata di tutto ciò che offre ORA. Che è davvero tanto. Così tanto che noi vi consigliamo di partire. ORA.

Matera 2015

Come dicevo nel precedente post mi piace concentrarmi sul presente in un momento in cui vedo molta attenzione al futuro. Per me Matera 2015 c’è ed è viva, non è solo Sassi, non è solo turismo.

Parto da un esempio che è avvenuto da poco in casa quando è arrivata Eva, un’ospite olandese che nella vita insegna tecnologia ai bambini. Appena ha iniziato a raccontarmi la sua vita e il suo lavoro non vedevo l’ora di parlarle dell’Open Lab Matera, un collettivo di makers che ha sede presso uno spazio davvero unico, C-Fara. Un gruppo di ragazzi di formazione diversa si sono uniti con l’obiettivo di creare uno spazio in cui fosse possibile sviluppare progetti open source. Ogni mese all’Open Lab si usava organizzare un coderdojo e dando ai più piccoli la possibilità di imparare a programmare in modo divertente. In un attimo abbiamo preso appuntamento con loro ed Eva è tornata contentissima dopo aver conosciuto questa realtà. C-Fara è un collettivo e tempo fa abbiamo inaugurato proprio sulla bellissima terrazza il primo esperimento di orto urbano di Agri-netural, un progetto di mappatura e realizzazione di orti urbani a Matera.

CONTINUA A LEGGERE > SUL BLOG DI ELIANA

Responsabile comunicazione

«Bisogna avere in sé il caos per partorire una stella danzante» sintetizza perfettamente la personalità di Federica: disordinata, alla perenne ricerca di un equilibrio (è pur sempre una bilancia, anche se atipica!), dotata di un’energia dirompente che trova nella creatività una valvola di sfogo perfetta. La sua sfida quotidiana è portare innovazione negli ambienti tradizionalmente più statici e lo fa coi suoi modi diretti e il suo cuore grande, e con questo stesso cuore si occupa della comunicazione di Destinazione Umana.