Intervista a Silvia Cartotto: The Girl with the Suitcase, testimonial di Destinazione Umana

Silvia Cartotto The Girl with the Suitcase, travel blogger che racconta di viaggi al femminile, di un mondo girato con la valigia in una mano e il cuore nell’altra, è tra i Testimonial di Destinazione Umana!

Ciao Silvia! Ti abbiamo già ospitata qualche mese fa sul blog di Destinazione Umana quando ci hai raccontato la storia di come hai cambiato la tua vita, mollato tutto e inseguito il tuo sogno, e ti ritroviamo oggi, in veste di Testimonial di Destinazione Umana. Inutile dire che siamo felicissimi che tu abbia accettato la nostra proposta! Ti va di fare un bilancio dopo la tua prima estate da freelance?

Ciao a tutti, è bello essere qui in veste di Testimonial di Destinazione Umana, un progetto in cui ho creduto fin da subito, quando ho conosciuto Silvia Salmeri nelle Langhe un anno e mezzo fa ormai.

Il bilancio dei primi mesi da freelance è sicuramente positivo: sia per il mio umore, che è tornato ad essere quello di una persona solare ed entusiasta, con le giornate piene di stimoli; sia per quanto riguarda la mia attività. Infatti non mi occupo solo del mio blog (che mi permette di lavorare a progetti interessanti, oltre che a viaggiare): sono digital content strategist e aiuto le piccole e medie imprese (settore travel/food in primis) ad avere una buona presenza online (sia su siti web che sui social). Di sicuro intendo ampliare il mio giro di clienti e confermarne altri; inoltre ho alcuni cambiamenti in vista anche per il blog, per cui i prossimi mesi saranno belli pieni.

Un incontro indimenticabile nei tuoi viaggi in giro per il mondo: chi è stato, dove e perchè?

Sicuramente quello con il mio ragazzo, che viveva da 3 mesi a Singapore e che ho deciso di raggiungere pochi giorni dopo essermi dimessa. Ho prenotato il volo alle 5 del mattino con la tremarella: quando sono arrivata là, le mie amiche da casa erano emozionate per noi e per quell’incontro. Stiamo insieme da 9 anni ma effettivamente mai avrei pensato che ci saremmo incontrati dall’altra parte del mondo. Avere qualcuno che ti aspetta lontano da casa è meraviglioso.

Nell’epoca in “tutto cambia”, cosa secondo te una struttura recettiva in Italia deve sviluppare per avere successo e offrire quel qualcosa in più che la renda sempre accogliente?

Deve avere cuore, deve metterci il cuore e la passione: deve essere umana. Io voglio andare DA QUALCUNO non DA QUALCHE PARTE nel mondo. Per toccare il cuore delle persone bisogna farsi ricordare come persone che lavorano presso una struttura turistica: questo è il miglior modo, secondo me, per avere successo.

Silvia, se dovressi aprire tu una struttura tutta tua, come sarebbe e dove sarebbe?

Che bella domanda! Sarebbe un b&b nel cuore della Val d’Orcia, in Toscana, non ho dubbi. In cima a una collina, raggiungibile lungo un sentiero di alti cipressi. Sarebbe molto accogliente, con luci calde e arredamento in stile provenzale, dai dettagli in legno e decorazioni molto romantiche. Le stanze avrebbero il nome dei luoghi da visitare nei dintorni, la colazione avrebbe prodotti a km 0 e, infine, avrebbe un sito web dove racconterei le storie di chi mi viene a trovare.

Destinazione Umana propone viaggi che possano esser di ispirazione: qual è l’ispirazione che senti più affine a te tra le 4 che proponiamo, CAMBIAMENTO, INNOVAZIONE, RURALITA’ o SPIRITUALITA’, e perchè?

Cambiamento. Perché il viaggio è cambiamento, sebbene sia circolare, per me: torno sempre a casa, sì, ma cambiata, mai uguale a prima. Il viaggio trasforma, plasma e ci aiuta a ritrovarci. O a trovare qualcuno. E poi perché sono sempre alla ricerca di nuove strade e cambiamenti, per vivere felice io ho bisogno di fare sempre cose nuove.

 

Chi sono i Testimonial di Destinazione Umana?

Sono professionisti del web e del mondo travel che in modo diverso comunicano con il loro lavoro e la loro professionalità gli stessi valori che animano Destinazione Umana. Leggendo le loro storie vi accorgerete che – nel loro quotidiano – parlano di umanità, di accoglienza, di ispirazione, di cambiamento positivo e di viaggio, inteso come scoperta del mondo e incontro dell’essere umano, e intesto come moto incessante di crescita e formazione. Li abbiamo conosciuti, in momenti diversi e per diversi motivi “lungo la strada”, e abbiamo chiesto a ciascuno di loro se voleva portare avanti insieme a noi l’intento di accostare sempre di più la parola umanità alla parola viaggio, il valore dell’incontro al valore della scoperta, l’importanza dell’accoglienza all’importanza di comunicare il turismo, in questa nostra splendida Italia e nelle nostre splendide Destinazioni Umane.

Silvia è uno spirito creativo e inquieto, alla continua ricerca di tutto ciò che è colorato, scintillante e vivo. La troverete sempre circondata da idee, dolci, vestiti, pennarelli, esseri umani. Da buon capricorno è concreta e legata alla terra, ma lo spirito…beh, quello aspira sempre molto in alto, alla ricerca delle energie positive che muovono il mondo. È l’apripista di Destinazione Umana e ogni volta che annuncia di aver avuto una nuova idea, un brivido di meravigliosa curiosità corre lungo la schiena di tutto il team, perché una cosa è certa: se Silvia dice che una cosa verrà fatta, quella cosa VERRÁ FATTA.