#DUsummer2015, viaggi e incontri speciali “al femminile”

L’estate finisce, ma i suoi racconti no. O meglio, i suoi incontri no: proseguono infatti i vostri racconti di viaggio per il contest #DUsummer2015, con i quali ieri vi abbiamo portato a Londra a incontrare una sconosciuta, a Linosa a incontrare Gerardo, in Abruzzo e poi in India. Insomma, gli incontri di #DUsummer2015 stanno già facendo il giro del mondo!

Oggi restiamo in Italia, e a raccontarci i loro incontri speciali sono alcune ragazze: un punto di vista al femminile, sulle corde sottili di una sensibilità accogliente, di un cuore immenso, di una forza che si rinnova.

La nostra host Raffaella, da b&b Piccola Sicilia, scrive nel gruppo Viaggi da Destinazione Umana per raccontarci del suo incontro: in poche e fortissime parole, ci dice la sua su qualcosa su cui vogliamo davvero – e presto – dire fortemente la nostra. Per non girarci dall’altra parte. Perchè se parliamo di umanità, di accoglienza, di cambiamento e innovazione, se parliamo di tutto questo … allora dobbiamo, e vogliamo, parlare anche di TUTTO QUESTO.

destinazione_umana_1

Ora è il turno di Elisabetta, che ci scrive il racconto di un incontro on the road tra Senigallia e Bologna: lungo la strada, dove il vero percorso si innalza davanti a te.

destinazione_umana_2

una fotografia dal festival buddista che Alisia ha mandato ad Elisabetta

Il mio incontro e’ stato del tutto inaspettato! Ho “caricato” in macchina una ragazza veramente speciale tramite una nota compagnia di condivisione posti auto !, Si chiama Alisia e doveva andare da Senigallia a Bologna; a Bologna avrebbe incontrato una sua amica per poi partire per la germania dove qualche settimana fa si e’svolto un incontro buddista molto importante! Mi ha raccontato come si sentisse veramente bene in mezzo a queste persone: mi ha aperto gli occhi su come poter cambiare atteggiamento nella mia vita e sentirmi sempre grata e fortunata di tutto quello che mi accade. Mi ha insegnato alcune pratiche per raggiungere la felicita’ e vivere seguendo i desideri del cuore. Condividere e aiutare gli altri e’alla base di tutto! E FERMARSI: semplificare la nostra vita..diffidando di qualsiasi cosa entri nella nostra vita e la renda ancora piu’complicata..mi ha insegnato a guardare il mondo e le cose che mi accadono da un’altra prospettiva: soltanto le difficolta’portano nuove opportunita’.. Da allora ho iniziato a cercare di tirare fuori la parte migliore di me per raggiungere un equilibrio interiore! Vi lascio con una citazione di un libro meraviglioso che mi sta aiutando tanto!!! LA VITA E’BREVE. NON DIMENTICARE LE COSE  PIU’ IMPORTANTI NELLA VITA, VIVERE PER GLI ALTRi E FARE LORO DEL BENE. ( Il santo, il surfista e l’amministratore delegato di Robin Sharma).
Questo e’stato l’incontro speciale della mia estate 2015 ! Elisabetta

E’ il turno adesso dell’incontro speciale della nostra Silvia Salmeri, founder di Destinazione Umana, che il suo #DUsummer2015 lo ha raccontato direttamente dalla Sardegna dell’Ovest, la Sardegna più selvaggia, quella fuori dalle rotte tracciate e blasonate, e più precisamente dal Borgo di San Salvatore.

destinazione_umana_3

Quindi, l’estate finisce: ma se avete ancora racconti da convidere con noi, abbiamo pensato a un nuovo hashtag che vale tutto l’anno #incontridaDU: potete raccontarceli sul gruppo fb VIAGGI DA DESTINAZIONE UMANA, taggandoci sui social, o scrivendoci, come sempre a [email protected]

 

Vi aspettiamo.

Lasciatevi ispirare.

(anche con il Test del Viaggiatore … per scoprire qual è la tua ispirazione!)

Silvia è uno spirito creativo e inquieto, alla continua ricerca di tutto ciò che è colorato, scintillante e vivo. La troverete sempre circondata da idee, dolci, vestiti, pennarelli, esseri umani. Da buon capricorno è concreta e legata alla terra, ma lo spirito…beh, quello aspira sempre molto in alto, alla ricerca delle energie positive che muovono il mondo. È l’apripista di Destinazione Umana e ogni volta che annuncia di aver avuto una nuova idea, un brivido di meravigliosa curiosità corre lungo la schiena di tutto il team, perché una cosa è certa: se Silvia dice che una cosa verrà fatta, quella cosa VERRÁ FATTA.