Statali Blu: Marco e il suo viaggio a pedaggio zero attraverso l’Italia – “Il Sartino”

“E’ domenica sera, sono disperato. I miei contatti di Couchsurfing non rispondono o non sono disponibili. Tra due giorni partirò (da Bologna a Firenze sulla Futa) e ancora non ho un posto per dormire. Mi toccherà pagare, c’è poco da discutere. Provo a dare un’occhiata sui siti di booking online, convinto che troverò l’occasione della vita. “Il Sartino”, a Barberino di Mugello. Quello che mi aspetta, però, è molto di più di una banale occasione. Quello che mi aspetta è l’incontro con una bella storia di famiglia. E’ l’incontro con uomo che sta ritrovando la sua libertà.”

Inauguriamo con questo bellissimo post una nuova collaborazione con il nostro amico Marco Bifulco. Un blogger, un viaggiatore, un attore, un comunicatore, ma soprattutto un cacciatore di storie. Uno che le storie le fiuta, le ascolta e le racconta. Benissimo peraltro.
Di recente Marco ha intrapreso un viaggio che si chiama Statali Blu. Un viaggio che accompagna il lettore lontano dalle città, lontano dai sentieri convenzionali, tra pompe di benzina, bar, camion, paesaggi e borghi da togliere il fiato, attraverso strade lente, a pedaggio zero. Un viaggio di quelli che piacciono a noi. Alla scoperta di storie che meritano di essere raccontate.
Noi raccoglieremo soprattutto i suoi incontri con destinazioni umane, ma voi non perdetevi neanche una tappa. Ne vale davvero la pena.

A questo link la storia di Angelo, Lia, Federico e Elena e del loro agriturismo “Il Sartino”. Buona lettura.

http://stataliblu.com/2014/10/la-storia-di-un-agriturismo/

DSC_0011-672x372

 

Responsabile comunicazione

«Bisogna avere in sé il caos per partorire una stella danzante» sintetizza perfettamente la personalità di Federica: disordinata, alla perenne ricerca di un equilibrio (è pur sempre una bilancia, anche se atipica!), dotata di un’energia dirompente che trova nella creatività una valvola di sfogo perfetta. La sua sfida quotidiana è portare innovazione negli ambienti tradizionalmente più statici e lo fa coi suoi modi diretti e il suo cuore grande, e con questo stesso cuore si occupa della comunicazione di Destinazione Umana.