#libridaDU: Non temete per noi, la nostra vita sarà meravigliosa

Non temete per noi… ma “noi” chi? Noi italiani, noi giovani, noi sognatori, noi disoccupati senza un lavoro ma con un’idea, noi che abbiamo voglia di cambiare. Questi siamo “noi”. I “noi” di cui parla Mario Calabresi nel suo ultimo libro, che racconta “storie di ragazzi che non hanno avuto paura di diventare grandi”.

Giovani medici che invece di scegliere la carriera ospedaliera decidono di andare a fare volontariato in Africa. Una ragazza che va in Cina con nient’altro che un’idea in testa e trova successo e ricchezza. Un figlio che segue con entusiasmo il padre in un mestiere duro e antico. Un nipote che rilancia il vecchio mulino del nonno trasformandolo in un marchio di punta dell’alimentazione naturale.

Forse le storie che racconta Mario Calabresi in Non temete per noi, la nostra vita sarà meravigliosa ci piacciono perché ci ricordano un po’ la nostra. Sono la testimonianza che determinazione, entusiasmo e creatività spesso bastano per inventarsi qualcosa di nuovo, per seguire le proprie passioni e farne il filo conduttore di una vita intera.

E non badate a quelli che vi dicono “non ce la farai mai”, “non mollare la sicurezza per l’incertezza”, “non rischiare, non ne vale la pena”, perché ne vale la pena, eccome! Vale la pena di tentare e fallire, di cadere e rialzarsi. Vale la pena di giocarsi tutte le carte e se in mano abbiamo solo una doppia coppia allora non aspettiamo il prossimo giro, piuttosto proviamo a bluffare con la vita, perché in fondo una doppia coppia è meglio di niente!

Non temete per noi è il racconto di chi ce l’ha fatta. Nomi e cognomi dei rappresentanti di una grande moltitudine, che con coraggio e un pizzico di incoscienza sta cambiando sé stessa, l’Italia e il mondo. Oggi l’autocommiserazione collettiva di cui siamo vittime ci provoca una sorta di perverso godimento nel convincerci che va tutto a rotoli, le aziende falliscono, i lavoratori vengono licenziati e la fine è vicina. Beh, gioite, perché non è così!